Seguici su Facebook    Seguici su YouTube

I saggi

Per far musica ci vuole sempre chi suona (o canta) e chi ascolta.
La musica, certamente, è anche un’attività “privata”, un piacere di per sé;
ma non può prescindere dalla presenza di un ascoltatore, di un “pubblico”,
a qualsiasi livello del proprio percorso formativo.

Tutti i nostri corsi, da quelli di “educazione musicale” per i più piccoli, fino a quelli pre-universitari, prevedono una o più esecuzioni pubbliche durante l’anno, quelle che per tradizione si chiamano “saggi”. Saggi, in effetti, che per noi sono praticamente obbligatori ("quasi" obbligatori, naturalmente: non facciamo violenza a nessuno …).

I saggi assumono forme diverse, e si svolgono in luoghi diversi a seconda degli allievi coinvolti: i più piccoli si esibiscono di solito nel nostro salone, in un ambiente tranquillizzante e familiare; i più grandi suonano in un vero e proprio teatro (in questi ultimi anni è stato il Teatro di Corcagnano ad ospitarci); mentre gli allievi di pop e di jazz arrivano solitamente a partecipare a vere e proprie “performance”, organizzate in collaborazione con alcuni dei migliori locali di Parma e provincia.

Il “saggio”, a nostro modo di vedere, costituisce parte integrante del lavoro svolto durante l’anno, non è un di più; proprio per questo motivo, per parteciparvi, non abbiamo mai chiesto e mai chiederemo agli allievi e alle loro famiglie un centesimo in più.